Da Tornio a Terni: un progetto innovativo per il riciclo di scorie dell’acciaio

Sarà operativo dai primi del 2021 il primo progetto in Italia di realizzare un riciclo delle scorie derivanti dalla produzione di acciai inox, promosso da Acciai Speciali Terni, ad opera del gruppo tedesco Thyssen con la collaborazione dell’azienda finlandese Tapojärvi Oy.

Si tratta di “un progetto innovativo sul quale abbiamo lavorato per oltre tre anni, che ci aiuterà a convertire le scorie dell’acciaieria in materia prima e seconda commerciabile, con un doppio beneficio: di non portare il materiale in discarica e di preservare l’ambiente” ha spiegato l’amministratore delegato di AST, Massimiliano Burelli, durante la recente presentazione nella sede della residenza dell’ambasciatore di Finlandia  a Roma, Janne Taalas. Sono intervenuti, inoltre, il direttore commerciale di Tapojärvi, Henri Pilventö ed il direttore dello stabilimento AST, Massimo Calderini.

Calderini, Pilventö e Burelli

A trattamento eseguito, le scorie assumeranno le caratteristiche di materiali come ghiaia e sabbia, recheranno la marcatura CE e potranno essere usate in alternativa ai materiali naturali per la costruzione di sottofondi stradali, oppure inglobate in una matrice bituminosa o cementizia per produrre calcestruzzi o asfalti.

L’investimento complessivo del progetto dovrebbe aggirarsi tra i 57 e 65 milioni di euro.

L’azienda finlandese a conduzione famigliare finlandese Tapojärvi Oy guiderà il progetto: l’AST ha spiegato che essa è stata selezionata dopo un complesso lavoro di verifiche tecniche, analisi, sopralluoghi ed incontri: “un risultato che rafforza l’impegno di Acciai Speciali Terni per la tutela dell’ambiente, in un costante lavoro di ricerca e di innovazione. Un altro tassello che si aggiunge alla costruzione di quel modello di economia circolare fortemente voluto da AST“, aggiunge l’azienda ternana in una sua nota. Inoltre “la finalizzazione del bando di gara internazionale segna un importante passo in avanti e permetterà di aumentare il recupero dei residui generati dal processo siderurgico, primo fra tutti la scoria, pari a circa il 30% dell’acciaio prodotto“.

L’amabasciatore Janne Taalas

L’ambasciatore Taalas si è detto soddisfatto dell’importante accordo di collaborazione raggiunto tra le due imprese, ricordando come la Finlandia, pur nella sua limitatezza demografica, raggiunga dei risultati di innovazione industriale e tecnologica di rilievo mondiale in settori di nicchia e particolarmente attuali come le metodologie di tutela e cura ambientali.

Tapojärvi, dal circolo polare artico al cuore verde d’Italia

Tapojärvi Italia S.r.l, appena istituita a Terni per un miglior coordinamento con la casa madre in Finlandia, è una società fondata nel 2018 specializzata nel trattamento di materiali dell’industria siderurgica. I processi di lavorazione industriale sviluppano dei sotto prodotti, e la società crea nuove operazioni commerciali riadoperandoli. Tale processo risparmia risorse naturali e la necessità di produrre materiale roccioso da materie prime vergini viene significativamente ridotta. Utilizzando i materiali in modo efficiente, i committenti ottengono una riduzione dei costi quando preziose materie prime vengono riadoperate.

È da anni che Tapojärvi lavora con il trattamento delle scorie in Finlandia. Nel 2010, la società ricevette un premio per la migliore società di trattamento delle scorie a Sydney, in Australia. L’azienda è in costante sviluppo cercando sempre soluzioni innovative, vantaggiose e sostenibili, per essere competitiva sui mercati internazionali. Lo staff è composto da esperti internazionali dell’economia circolare, dal momento che le attività dei processi industriali forniscono lavoro a professionisti in vari campi. Lo sviluppo del prodotto prevede il coinvolgimento, tra le altre cose, di ingegneri di diversi settori. Tapojärvi impiega conduttori di macchine operatrici, esperti di processo di lavorazione e specialisti nella manutenzione mentre i lavori d’ufficio variano da compiti di gestione a differenti missioni affidate agli esperti e attività di sviluppo.

La sede dell’AST a Terni

Tapojärvi, con base nella cittadina di Tornio, nella Lapponia finlandese, è una società a conduzione familiare con oltre 60 anni di vita, molto impegnata a migliorare le proprie capacità e quelle dei dipendenti nel campo dell’efficienza dei materiali. La società crede nel valore del suo personale, circa 400 addetti, si affida alla loro esperienza e professionalità e investe costantemente nella formazione e nello sviluppo delle loro competenze.