Il primo maggio a Helsinki

Le festività del primo maggio iniziano già oggi 30 aprile alle 17:00, quando la statua della Havis Amanda in Kauppatori verrà come tradizione lavata e dotata di un cappello da studente. Il Mantan lakitus iniziò negli anni ‘20 come goliardata da parte di alcuni studenti, e informalmente continuata nei decenni successivi, fino a quando nel 1952 la città di Helsinki decise di ufficializzare l’evento e farlo diventare l’apertura delle celebrazioni. L’anno scorso ci sono state più di 50.000 persone in piazza del mercato ad assistere a questo rituale.

Il “Mantan lakitus” che apre i festeggiamenti del primo maggio. Foto MyHelsinki.

Il Vappu finlandese ha radici pagane (più precisamente nella Walpurgisnacht, la “notte di Valpurga”, come è più chiaro dal nome svedese della festa, Valborg) ma oggigiorno è soprattutto una festa studentesca, tradizione questa importata dalla Svezia già nel 1700.

Si celebra con picnic e (tanto) spumante nell’area di Kaivopuisto e attorno all’osservatorio su Ullalinnanmäki. Gli studenti delle scuole in lingua svedese si riuniscono invece nel parco di Kaisaniemi. Sia bambini che adulti comprano palloncini, che per l’occasione vengono venduti per strada a prezzi scandalosi.

Le previsioni metereologiche danno nuvoloso con temperature fra 7 e i 12 gradi, ma il tempo non ha mai scoraggiato i festeggiamenti all’aperto, probabilmente anche per l’alta gradazione alcolica dell’evento.

Per chi preferisce evitare le intemperie della “primavera” finnica, molti ristoranti offrono un buffet per il pranzo del primo maggio, il Vappulounas, che però bisogna prenotare in anticipo. Al contrario del buffet natalizio, per il primo maggio non ci sono portate tradizionali; a parte la sima, una bevanda fermentata a base di zucchero e lievio, e il tippaleipä una frittella che ha l’aspetto di un cervello ricoperto di zucchero a velo. Attenzione: il suddetto zucchero a velo può essere accidentalmente (e spiacevolmente) inalato per via nasale mentre si addentano questi dolci, soprattutto dopo qualche bicchiere di skumppa.

Per chi vuole invece un primo maggio politico, alle 12 partirà da Hakaniemi il tradizionale corteo e la festa dei lavoratori verrà celebrata in piazza della stazione centrale a partire dalle 11 con discorsi e canzoni. Quello politico è l’aspetto di questa giornata meno sentito dai finlandesi, quindi non aspettatevi un equivalente del concertone italiano.

(La foto del titolo è di Davide Pavone)