Ai Confini dell’Impero

Riflessioni e digressioni tra Finlandia, Italia e Thailandia. Leggi il blog.

Ultimi articoli

  • La lingua tagliata

    Si avvicina la tradizionale settimana della lingua italiana nel mondo, che cade d’ottobre. All’Università di Turku col collega prof. Antonio Sciacovelli stiamo già meditando su come organizzarla. Si tratta di una iniziativa lanciata a suo tempo dal governo di centro-destra, arrivata alla sua diciannovesima edizione. Lo scopo della settimana è di concentrare nel corso di […] L’articolo La lingua tagliata proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • Cercando l’imperatrice

    Chissà che cosa ne disse Roberto Pazzi. Era l’inverno del 1988, lo scrittore ferrarese era venuto in Finlandia per presentare la traduzione del suo romanzo Cercando l’imperatore, un bellissimo romanzo. Facemmo una lunga camminata sul fiume Aura, ghiacciato. Se avessimo continuato, lì, verso est, saremmo arrivati (metaforicamente) a San Pietroburgo. Che poi non era ancora […] L’articolo Cercando l’imperatrice proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • Lollo, Katso e Fika: piacevoli ambiguità dell’italiano all’estero

    Il saluto che i thailandesi tradizionalmente si scambiano è “sawat dee khrap (khap se è una donna a dirlo)”, ma ora sento spesso dire “sawat dee ciao”. Insomma, il “ciao” italiano ha conquistato un’altra lingua. Ci sono vari modi per attestare la vitalità di una lingua. Uno di questi è di verificare il numero dei […] L’articolo Lollo, Katso e Fika: piacevoli ambiguità dell’italiano all’estero proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • Puglia, o cara

    Ci sono improvvise emozioni nella nostra vita quotidiana che possono smuovere ricordi, malinconie, desideri. Qualcosa che mi manca in Finlandia sono gli odori. Gli odori forti, che riempiono le narici e soprattutto suscitano la nostalgia. Gli odori del Paese dove siamo nati. Meditazione improvvisa, ingiustificata, che nasceva oggi in me a diecimila chilometri di distanza […] L’articolo Puglia, o cara proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • Niente Premio Terzani? Quando il nemico è la cultura, e la memoria

    Leggo su Repubblica che il sindaco leghista di Udine ha intenzione di ridimensionare il finanziamento che il Comune attribuisce al Premio Terzani, giudicando la persona cui il premio è intitolato, appunto il giornalista e scrittore Tiziano Terzani (Firenze 1938-Orsigna 2004) persona intellettualmente ed ideologicamente “di sinistra”, se non tout court “comunista”. In un’Italia divisa come […] L’articolo Niente Premio Terzani? Quando il nemico è la cultura, e la memoria proviene da Ai Confini dell’Impero.