Ai Confini dell’Impero

Riflessioni e digressioni tra Finlandia, Italia e Thailandia. Leggi il blog.

Ultimi articoli

  • L’incrociatore Aurora è una bufala pazzesca

    Il Russiagate impazza negli Stati Uniti, ma anche noi in Italia, sempre pronti ad imitare le mode d’Oltreoceano, abbiamo i nostri problemi con gli amici del Kremlino. Le critiche alla Russia, si sa, hanno però antiche radici. Il grido liberatore del ragionier Fantozzi, che definì il film di Sergei Eisenstein “La corazzata Potëmkin” con un L’articolo L’incrociatore Aurora è una bufala pazzesca proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • L’Italia è vicina al Polo

    Mercoledì 25 settembre si è tenuto presso il dipartimento di italiano dell’università di Turku un convegno dedicato ai 100 anni delle relazioni diplomatiche tra Italia e Finlandia. Fu infatti nel 1919 che i nostri due Paesi, seppure in ritardo rispetto ad altri, strinsero le relazioni diplomatiche, che facevano seguito al riconoscimento della Finlandia indipendente da L’articolo L’Italia è vicina al Polo proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • La lingua tagliata

    Si avvicina la tradizionale settimana della lingua italiana nel mondo, che cade d’ottobre. All’Università di Turku col collega prof. Antonio Sciacovelli stiamo già meditando su come organizzarla. Si tratta di una iniziativa lanciata a suo tempo dal governo di centro-destra, arrivata alla sua diciannovesima edizione. Lo scopo della settimana è di concentrare nel corso di L’articolo La lingua tagliata proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • Cercando l’imperatrice

    Chissà che cosa ne disse Roberto Pazzi. Era l’inverno del 1988, lo scrittore ferrarese era venuto in Finlandia per presentare la traduzione del suo romanzo Cercando l’imperatore, un bellissimo romanzo. Facemmo una lunga camminata sul fiume Aura, ghiacciato. Se avessimo continuato, lì, verso est, saremmo arrivati (metaforicamente) a San Pietroburgo. Che poi non era ancora L’articolo Cercando l’imperatrice proviene da Ai Confini dell’Impero.

  • Lollo, Katso e Fika: piacevoli ambiguità dell’italiano all’estero

    Il saluto che i thailandesi tradizionalmente si scambiano è “sawat dee khrap (khap se è una donna a dirlo)”, ma ora sento spesso dire “sawat dee ciao”. Insomma, il “ciao” italiano ha conquistato un’altra lingua. Ci sono vari modi per attestare la vitalità di una lingua. Uno di questi è di verificare il numero dei L’articolo Lollo, Katso e Fika: piacevoli ambiguità dell’italiano all’estero proviene da Ai Confini dell’Impero.