Premio dell’Accademia dei Lincei a Kari Alitalo per le sue ricerche sul cancro

L’ Accademia Nazionale dei Lincei, la più antica accademia scientifica italiana fondata nel 1603, ha assegnato il Premio internazionale Antonio Feltrinelli, conferito ogni cinque anni, al professore Kari Alitalo dell’Università di Helsinki e del Wihuri Research Institute.

Secondo il professor Giorgio Parisi, presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, il premio è stato assegnato in riconoscimento del lavoro pionieristico di Kari Alitalo nel settore della ricerca sul cancro.

Nei paesi occidentali, il cancro e le malattie cardiovascolari sono tra le cause di morte più diffuse. A un adulto su tre viene diagnosticato un cancro nel corso della sua vita, il che rende fondamentale la ricerca sul cancro e la realizzazione di nuove terapie, poiché le forme di trattamento attualmente disponibili sono spesso insufficienti o non adatte a tutti.

All’università di Helsinki, il professore  Kari Alitalo dirige un gruppo di ricerca, il Translational Cancer Medicine Program della Facoltà di Medicina di Finlandia, ed inoltre è direttore dell’ICAN, una piattaforma innovativa nella ricerca sui tumori realizzata in partneriato dall’Università di Helsinki, dall’Helsinki University Hospital e una serie di enti privati.

Gli investigatori del gruppo di ricerca guidato da Alitalo si sono concentrati specificamente sul sistema vascolare linfatico. I vasi linfatici hanno un ruolo particolarmente importante nella diffusione delle metastasi nel corpo nel caso di un buon numero di tumori maligni.

Nei suoi esperimenti, il gruppo è riuscito a ridurre lo sviluppo di metastasi nei linfonodi. Allo stesso tempo, i fattori di crescita isolati dal gruppo permettono di coltivare nuovi vasi linfatici per sostituire quelli danneggiati e incrementare le arterie coronarie.

Come direttore dell’Istituto di ricerca Wihuri, il professore Alitalo impiega le nuove tecnologie applicate ai vasi sanguigni, ai vasi linfatici e alle cellule staminali per studiare le migliori forme di trattamento per le malattie cardiovascolari e molte altre.

Qui si può ascoltare il contenuto delle ricerche presentato in un’intervista dal professor Alitalo

(Foto del titolo di Linda Tammisto)