Muumimaailma: un giorno nel mondo di Tove Jansson

Siamo seduti nell’autobus numero 7, quello che in mezzoretta ci porta da Turku a Naantali, la bella città di mare che dista circa 15 km e che dal 1993 ospita Muumimaailma, il parco a tema, regno dei Muumi. L’autista che ci è capitato è di quelli dalla guida “nervosa”, che si palesa in frenate decise e ripartenze aggressive. Il paesaggio è monotono, lo stesso cui ci si abitua presto quando si esce da una qualsiasi città finlandese: alberi a destra e alberi a sinistra. La bambina è contenta e io pure (mi diverte sempre lasciarmi coinvolgere dai suoi entusiasmi), e chiacchieriamo mentre mia moglie, unico adulto della spedizione, predice il futuro dalla borsa che minuziosamente ha preparato questa mattina: è tutto in ordine, non manca niente, non ci dovrebbero essere intoppi. Il sole non manca.

Napoletano con una laurea in giurisprudenza, la sua migrazione verso settentrione lo ha portato prima in Lombardia poi a Turku, dove ha fatto nido. I suoi occhi scintillano quando parla di Finlandia e Champagne.