Gualtieri all’Eurogruppo di Helsinki

Il nuovo ministro italiano dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, è intervenuto venerdì 13 settembre a Helsinki alle riunioni  informali dell’ Eurogruppo e dell’ Ecofin, organizzati dalla presidenza finlandese di turno fino al 14 settembre, ed ha annunciato che l’Italia aderirà alla Coalizione dei 40 ministri finanziari per la lotta al cambiamento climatico, modificando così la posizione dell’Italia che fin qui aveva scelto di non partecipare all’iniziativa.

“Con questa decisione intendiamo rafforzare il nostro impegno per un’economia e una società più verdi a livello nazionale, europeo e globale” ha dichiarato Gualtieri, raccogliendo il plauso dei colleghi. Creata nel 2018, la Coalizione è attualmente composta da 40 paesi, quasi tutti gli europei, oltre a nord e sudamericani, asiatici e africani.

La battaglia per la sostenibilità ambientale, essenziale per contrastare il cambiamento climatico, può generare da qui al 2030 investimenti per 26 trilioni di dollari e creare 65 milioni di nuovi posti di lavoro.

Italia e Germania, inoltre, si sono impegnate a chiudere entro la prossima riunione dei ministri finanziari europei di ottobre, l’accordo sull’introduzione del FTT (Financial Transaction Tax), la tassa sulle transazioni finanziarie.

Foto di gruppo, Gualtieri è il terzo da destra – Foto Lauri Heikkinen,Prime Minister’s Office

A latere delle riunioni di Eurogruppo ed Ecofin, Gualtieri aveva avuto una giornata molto intensa di incontri. In mattinata aveva avuto un incontro bilaterale con il collega francese, Bruno Le Maire, con il quale ha condiviso l’impegno a riportare al più presto l’Europa su un percorso di crescita puntando sugli investimenti.

Nel pomeriggio il ministro, ha incontrando il suo omologo tedesco, il socialdemocratico Olaf Scholz. Vari i dossier di comune interesse al centro dei colloqui: oltre all’impegno sugli FTT, l’ambizione di lavorare insieme per un’Europa più equa e sostenibile. Ha fatto seguito un incontro cordiale con il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, durante il quale si è fatto un primo giro d’orizzonte sulla situazione economica e di bilancio italiana, anche in vista di nuovi incontri nelle prossime settimane.

Foto del titolo: Gualtieri e il ministro del Tesoro Mika Lintilä – di Vesa Moilanen, Finnish Government