“Spirit of Inari”: il fenomeno del turismo in Lapponia

La Lapponia finlandese sta vivendo un’intensa stagione di interesse turistico innescato da fattori di rilevante interesse quali una natura poco antropizzata, la comodità dei collegamenti, la passione per sport invernali ed escursioni, la fama acquisita e stabilizzata come dimora ufficiale di Babbo Natale, il gusto dell’esotico legato alle aurore boreali… Una buona parte di questo boom la sta sperimentando la provincia di Inari, a 300 a nord del Circolo Polare Artico, popolata da 7000 abitanti e migliaia di renne, ma con una superficie uguale a quella del Lazio.

Per fare il punto sulle prospettive e lo stato dell’arte di questa fase di sviluppo turistico, il 31 ottobre ed il 1° novembre è stato organizzato il terzo Seminario Internazionale “Spirit of Inari“.

Per l’occasione, gruppi di tour operator degli Stati Uniti, Hong Kong, Spagna e Germania ed altri Paesi visitano la Lapponia settentrionale mentre imprenditori della regione turistica di Inari-Saariselkä hanno l’opportunità di incontrarli e confrontarsi con loro nel seminario del 31 ottobre, che prosegue il giorno successivo con tematiche quali:

  • crescita intelligente: strategia turistica della Lapponia 2020-2023;
  • fattori di attrazione del Nord visti dai tour operator internazionali e tavola rotonda;
  • storie di successo artiche di imprenditori in Finlandia, Norvegia, Svezia e Russia
  • come il turismo viene trasformato dalla digitalizzazione
  • presentazione del un nuovo progetto “Smoothly into artic life” (con delicatezza nella vita artica);
  • autunno artico e nuove stagioni nei mercati internazionali;
  • viaggi di lusso;
  • tendenze future nel turismo

Gli eventi sono organizzati in cooperazione tra Inari Municipal Business & Development Nordica e Inari-Saariselkä Tourism Ltd. presso il Sámi Cultural Center Sajos ad Inari.

Per ulteriori informazioni, contattare nordica@inari.fi