La Finlandia sui media mondiali

Un rapporto intitolato La Finlandia nei media mondiali, basato sulle recensioni raccolte dalle missioni diplomatiche finlandesi nel mondo sulla visibilità della Finlandia nei mass media stranieri, evidenzia come il paese nordico continui ad attrarre un ampio interesse internazionale. Il cambio di governo verso la fine del 2019 e la nomina a primo ministro della 34enne socialdemocratica Sanna Marin ha suscitato un interesse eccezionalmente vasto per la Finlandia. Come negli anni precedenti, altri temi chiave trattati sono stati il sistema educativo, l’uguaglianza e la parità di genere.

Il rapporto è un’indagine annuale basata sulle valutazioni delle missioni finlandesi relativamente a contenuti e notizie che hanno attirato l’interesse dei media nei confronti dei loro propri lettori  e su quali sono stati i punti di forza e di debolezza finlandesi presenti nei media nell’anno in esame.

Su una scala da 1 a 5, da critica a ideale, l’attenzione generale sulla Finlandia ha realizzato nel 2019  un punteggio di 4,05. Le cifre corrispondenti nel 2018 e nel 2017 erano state 4,07 e 3,96, rispettivamente.

A dicembre, i riflettori sulla Finlandia nei mass media di tutto il mondo erano stati accesi, in modo senza precedenti, dal fenomeno Sanna Marin, mettendola sotto i riflettori. Nella sua analisi, l’ambasciata finlandese a Washington ha descritto la visibilità della Finlandia negli Stati Uniti come segue: “La grande novità di fine anno è stata la nomina di Sanna Marin a Primo Ministro: sembravano esserne informati  tutti i passanti! Tra l’8 e il 15 dicembre, ci sono state più di 1.500 notizie relative alla Marin pubblicate negli Stati Uniti, interessando tutto il principale settore dei media rappresentato da testate come New York Times, Washington Post, NPR, NBC. Il neo primo ministro finlandese è apparso largamente anche sui media sociali  ed in notiziari e programmi di tarda serata sulle emittenti”.

L’indagine basata sulle recensioni delle missioni finlandesi all’estero: istruzione, uguaglianza e Sanna Marin hanno valorizzato il profilo della Finlandia nei media stranieri …

La Marin era in primo piano anche nei media asiatici: “la nomina di Sanna Marin a Primo Ministro è stata probabilmente la più significativa notizie sulla Finlandia nei media del Myanmar; una giovane donna politico di successo molto apprezzata qui, proprio come in altri paesi”,, afferma l’ambasciata finlandese nel suo rapporto da Yangon.

Laura Kamras, direttrice dell’Unità per la Diplomazia Pubblica presso il Ministero per gli Affari esteri, ha dichiarato che l’indagine fornisce informazioni interessanti sulla visibilità della Finlandia e, in particolare, sui temi che aumentano la presenza del Paese sui media esteri. “L’indagine aiuta chi è impegnato nel lavoro di promozione del Paese, come fanno,ad esempio enti come il Ministero degli affari esteri, VisitFinland e le città finlandesi, per verificare la visibilità della loro cooperazione mediatica a lungo termine in contesti internazionali “, secondo la Kamras che aggiunge “Il tema trasversale dello scorso anno nel nostro lavoro di promozione Paese era l’uguaglianza ed il fatto che l’uguaglianza sia stato l’argomento che ha suscitato interesse per il nuovo governo partito lo scorso dicembre conferma l’idea che i temi che solleviamo nel nostro lavoro di promozione trasmettono sempre un’immagine della Finlandia genuina e basata sui fatti “.

Punti di forza: l’istruzione e l’impegno ambientale

Come nelle precedenti indagini, la qualità dell’istruzione è stato chiaramente il migliore tema di spicco relativo alla Finlandia sui mass media mondiali. Il Programma governativo d’impegno, con particolare attenzione all’azione per il clima, la Presidenza finlandese di turno del Consiglio dell’Unione europea, che ha mantenuto in evidenza sull’agenda la questione climatica, hanno indubbiamente contribuito alla copertura mediatica positiva.

Nel 2019, la Finlandia ha ricoperto posizioni preminenti in diverse classifiche internazionali. Uno di questi confronti più attentamente seguiti è stato il rapporto sulla felicità, ovvero il  World Happiness Report delle Nazioni Unite. Secondo l’ambasciata finlandese a Singapore, il mantenere la posizione di vertice come paese più felice del mondo per il secondo anno consecutivo ha ulteriormente promosso la reputazione della Finlandia, che ha ricoperto posizioni di vertice in varie altre classifiche quali l’IMD Smart Cities Index, Global Innovation Index e Work-Life Balance Index.

La Finlandia vista dall’Italia

Il rapporto riferisce alcune indicazioni sui temi che, oltre alla formazione del nuovo governo di centrosinistra a guida e maggioranza  femminile, hanno portato di più la Finlandia alla ribalta dei mass media italiani: la visita a Roma, nel maggio 2019, del vero Babbo Natale finlandese, in arrivo dalla sua residenza ufficiale di Rovaniemi, in Lapponia, per partecipare nella capitale ad alcuni eventi promozionali ed anche benefici. Anche il buon posizionamento della squadra nazionale di calcio finlandese nel Campionato d’Europa UEFA 2020 (rinviato al 2021) è stato largamente ripreso e commentato dai media italiani.

Il rapporto ha passato in rassegna tutti i tipi di media, ma i giornali erano controllati in modo particolarmente attento, con informazioni basate sulle valutazioni di missioni diplomatiche e culturali finniche all’estero mentre, per alcuni paesi, l’esame era stato affidato a consulenti esterni.

Delle 89 missioni estere della Finlandia, 75 hanno contribuito all’indagine. Una selezione delle valutazioni complessive, delle opinioni delle missioni e delle citazioni dirette dei media sono presentate nel sommario.

Il rapporto è scaricabile qui:

https://um.fi/documents/35732/0/Finland+in+the+world+media+2019_ENG.pdf/e9a4eec9-3650-2fc4-214a-b78dc27a680d?t=1584965138859