Finlandia, verifiche di impatto dei sostegni COVID-19 per le imprese e l’economia

La pandemia ha impegnato l’Italia, come molti paesi occidentali, a fare previsioni in tempi brevi, a sostenere i propri cittadini e la propria economia in una situazione di stress mai verificatasi di tale portata e globalità.

Molte misure di urgente sostegno ideate in Italia trovano raffronti con quelle adottate anche in Finlandia, ma con variazioni derivanti dalle diverse situazioni sociali ed economiche. Recentemente, in una audizione parlamentare, il presidente dell’INPS, Tridico, aveva dichiarato che era impellente fare prima gli interventi e poi i controlli.

Un processo analogo è quello previsto in Finlandia ove il Ministero dell’Economia e del Lavoro lancerà una valutazione indipendente dei sussidi alle imprese messi a disposizione per affrontare i problemi di liquidità che stavano affrontando a causa della crisi del coronavirus. Lo scopo della valutazione è analizzare gli impatti a breve e lungo termine delle sovvenzioni e fornire informazioni ai responsabili politici per le crisi future. Sarà inoltre condotto un controllo e verifica sull’utilizzo dei sussidi alle imprese, da effettuare in più fasi nel periodo 2020-2023.

“Durante la primavera e l’estate, sono state introdotte nuove sovvenzioni alle imprese e la copertura di quelle esistenti è stata ampliata in un breve lasso di tempo per prevenire fallimenti, disoccupazione e crisi finanziaria nel contesto della crisi da COVID-19. Vogliamo ora valutare gli impatti delle sovvenzioni per riferimento al futuro. La valutazione aumenterà la trasparenza delle attività del governo centrale e ci consentirà di utilizzare le informazioni basate sulla ricerca nel futuro processo decisionale”, afferma Ilona Lundström, Direttore generale del Ministero degli affari economici e del lavoro.

L’importo totale del sostegno finanziario COVID-19 fornito dal governo centrale nel marzo-giugno 2020 è stato di circa 22 miliardi di euro, con finanziamenti basati sul mercato, ovvero prestiti (il fondo pensione statale e la Banca di Finlandia), autorizzazioni di garanzia sui prestiti di Finnvera, programmi di investimento di capitale di Finnish Industry Investment per 10,2 miliardi di euro, sussidi diretti per 10,4 miliardi di euro e riduzione dei contributi pensionistici per 1,5 miliardi di euro. Alcune valutazioni riguardano tutti i finanziamenti di sostegno, altre si concentrano su forme specifiche di sostegno.

Esame separato per gli impatti a breve e lungo termine dei sussidi COVID-19

La prima fase prevede la valutazione degli effetti a breve termine dei sussidi COVID-19. Le aree sottoposte a un controllo speciale includono l’assegnazione di sussidi, la loro capacità di prevenire i fallimenti e il loro impatto sulla reinvenzione e sulla produttività. Responsabile del progetto è la Divisione Ricerca di sostegno alle imprese, https://tem.fi/tutkimusjaosto ente indipendente che opera sotto gli auspici del Ministero dell’Economia e del Lavoro. La Divisione conduce le proprie valutazioni in modo indipendente e seleziona le organizzazioni per svolgere ricerche di base attraverso gare d’appalto; tali gare sono attualmente in corso per la ricerca di base e i primi risultati dovrebbero essere disponibili entro sei mesi.

Due revisioni separate degli effetti a lungo termine del sostegno finanziario COVID-19 saranno condotte nel 2021-2023. La Divisione Ricerca di sostegno alle Imprese effettuerà una revisione politica delle varie forme di sostegno per stabilire se le forme selezionate risultino adatte allo scopo, per valutare il ruolo generale del finanziamento basato sul mercato e per identificare quali misure politiche sono adatte a diversi tipi di crisi economiche e bisogni specifici.

“La ricerca indipendente sul sostegno finanziario COVID-19 è molto importante per le dimensioni del programma di sostegno e della sua eccezionale importanza per la società. La valutazione dei sussidi alle imprese spetta abbastanza naturalmente alla Divisione Ricerca, ma c’è molto lavoro anche per altri ricercatori. La Divisione pubblicherà i risultati di queste revisioni nei suoi prossimi rapporti, attingendo sia alle proprie analisi che ai risultati della ricerca commissionata”, afferma Seija Ilmakunnas, responsabile della Divisione.

Il controllo  sull’utilizzo dei fondi pubblici migliora la trasparenza

In autunno, la Divisione per la revisione contabile interna del Ministero degli affari economici e del lavoro organizzerà controlli esterni sull’uso appropriato dei fondi del governo centrale. Questi controlli si concentreranno sul sostegno COVID-19 fornito da Business Finland e dai centri per lo sviluppo economico, i trasporti e l’ambiente (Centro ELY), il supporto per gli imprenditori individuali e i lavoratori autonomi concesso dai comuni, il sostegno alle imprese nel settore alimentare e nel settore dei servizi di alimentazione e bevande concesso dal Centro per lo sviluppo e l’amministrazione per i centri per lo sviluppo economico, i trasporti e l’ambiente (ELY) e gli uffici per l’occupazione e lo sviluppo (TE) (Centro KEHA).

Il controllo copre l’intero processo dalla domanda alla concessione, al pagamento, all’ utilizzo e supervisione. È già stata completata una valutazione dei finanziamenti erogati da Business Finland, riguardanti il processo di candidatura e la valutazione dei bisogni. Questa volta la valutazione si concentrerà sul monitoraggio, sul pagamento e sull’utilizzo del sostegno finanziario fornito.

(Nella foto del titolo il Ministro del lavoro Tuula Haatainen e Ilona Lundström. Per le foto utilizzate siamo pronti a far fronte alle richieste di diritti, se richiesti)