In Lapponia esercitazioni militari in intensificazione

Partecipano truppe svedesi e britanniche

Un’esercitazione sul campo dell’esercito finlandese, denominata ”Valpas Puukko” (Vigilant Knife), si terrà nella Finlandia settentrionale, nell’area di Rovaniemi e Rovajärvi, dal 29 agosto al 2 settembre, con la partecipazione di partner internazionali provenienti da Svezia e Regno Unito, secondo una informativa delle forze di difesa finlandesi.

Il nucleo principale della formazione militare sarà formata dalla Brigata Jaeger, dalla Brigata Kainuu e dalla Brigata Karelia.

Parteciperanno anche il Comando dell’Esercito, il Reggimento Jaeger della Guardia e la Brigata Pori, nonché il Distretto della Guardia di frontiera di Lapponia della Guardia di frontiera finlandese.

Complessivamente, all’esercitazione parteciperanno fino a 200 unità del personale di servizio e circa 1.300 coscritti e riservisti delle forze di difesa finlandesi e l’esercitazione sarà comandata dal colonnello Kari Kaakinen.

Dalla Svezia, all’esercitazione intervengono circa 880 unità e dal Regno Unito circa 80 in totale. La forza di addestramento svedese si sposterà a Rovajärvi dal nord della Svezia e quella britannica da Santahamina il 26-27 agosto.

Obiettivo dell’esercitazione è quello di migliorare l’interoperabilità tattica e tecnica, nonché la capacità di ricevere le forze dell’esercito svedese nella Finlandia settentrionale e di organizzare il supporto della nazione ospitante necessario per le unità.

L’esercitazione fa parte dell’attività di addestramento ed esercitazione complementare dell’esercito per l’estate 2022.

Da quando la Russia ha invaso l’Ucraina e da quando la Finlandia ha deciso di fare domanda per l’adesione alla Nato si sono intensificate esercitazioni militari con la Finlandia e i suoi partner di difesa, sia baltici che di altri paesi NATO.

“La cooperazione degli eserciti nordici è sempre più tempestiva nell’attuale situazione mondiale. Condividiamo lo stesso sistema di valori e sosteniamo una buona comprensione reciproca”, afferma il tenente generale Välimäki. Su base annuale, i comandanti d’esercito nordici si riuniscono generalmente per lo scambio di esperienze e discussioni sul presente e sul futuro. La cooperazione comprende settori come l’attività di esercitazione di formazione e l’approvvigionamento di materiale. “ La cooperazione rafforza la capacità di difesa degli eserciti delle nostre nazioni e ci impegniamo molto in questo”, sottolinea l’alto ufficiale finlandese.

(Foto Puolustusvoimat)