“Scompartimento n.6” diventerà un film diretto da Juho Kuosmanen

Sono cominciate in Russia le riprese dell’adattamento cinematografico di Hytti nro 6, il romanzo di Rosa Liksom vincitore del premio Finlandia 2011, pubblicato in Italia da Iperborea nel 2014 e disponibile su Amazon.

Lo scompartimento del titolo è quello di un treno della Transiberiana diretto a Ulan Bator negli anni ’80, e la storia dei due sconosciuti, una studentessa finlandese e un minatore sovietico, che si ritrovano a condividerlo.

Il film sarà diretto da Juho Kuosmanen, salito alle cronache internazionali per Hymyilevä mies (titolo inglese The Happiest Day in the Life of Olli Mäki, premiato dalla giuria a Cannes nel 2016 e distribuito in oltre 40 Paesi.

Le riprese di Hytti nro 6 sono partite da San Pietroburgo e si concluderanno a marzo a Murmansk, con molte scene previste a bordo del treno e in piccoli villaggi siberiano.
Anche se non c’è ancora una data di uscita per il film, non è mancato l’interesse internazionale, e alcuni Paesi si sono già assicurati i diritti di distribuzione. 

Un’altra grossa produzione in corso è la prossima fatica di Antti J. Jokinen, che da un film molto contemplativo come Helene (da noi recensito qui) passerà all’azione con l’adattamento del romanzo 6/12 di Ilkka Remes, uno degli scrittori finlandesi commercialmente più di successo in patria ma con poco riscontro all’estero.

Il romanzo narra di un attacco terroristico durante la festa dell’indipendenza del 6 dicembre, e sarà adattato da Jokinen in due film, entrambi con protagonista Jasper Pääkkönen, conosciuto internazionalmente per la sua parte nel film di Spike Lee BlacKkKlansman.

In apertura il regista Juho Kuosmanen (a sinistra) e il direttore della fotografia J-P Passi. Foto Sergey Kasatov, pubblicata originariamente su hs.fi