Ristorante Elite

Per trovare l’atmosfera della Helsinki degli anni ’30, non c’è locale migliore del ristorante Elite, nel quartiere Töölö.

Elite è infatti un locale finlandese molto apprezzato dai circoli culturali e artistici del paese: salotto degli artisti dal 1932, non è un “posto alla moda” ma non passa mai di moda.

La suggestiva sala da pranzo e il suo bar invitano a trascorrervi un po’ di tempo e rilassarsi, e d’estate si può godere l’atmosfera di Töölö, quartiere elegante e vivace ma non caotico, sorseggiando un drink sulla terrazza che si apre su Heteläinen Esperiankatu, un bel viale ampio, ombreggiato da imponenti ippocastani.

Foto da elite.fi

Elite è stato un punto di ritrovo per artisti sin dalla sua apertura negli anni ‘30. Alle pareti si possono oggi ammirare i dipinti della collezione privata della famiglia Mattas, soprattutto opere degli artisti che erano soliti ritrovarsi qui. Tra i clienti più famosi ci sono stati Satu e Mika Waltari, gli attori Tauno Palo, Kirsti Ortola, Sakari Halonen, Uuno Laakso e Aku Korhonen, gli artisti Aimo Kanerva e Unto Koistinen, e molti musicisti, da Aarre Merikren a Selim Palmg. Il fatto che la “Casa degli artisti” Lalluka fosse nelle vicinanze ha avuto un effetto decisivo sul suo destino di punto di ritrovo. Anche il menù ha un tocco artistico: questo ristorante, che propone una cucina finlandese-internazionale, serve ad esempio la bistecca di manzo con crema di cipolla “alla Tauno Palo” (ispirata all’attore finlandese, un fedele cliente il cui tavolo è contrassegnato da una placca) ed è naturalmente inclusa nel “Menù dell’artista”. Si possono però gustare anche piatti tradizionali come il vorschmack, le aringhe fritte e la zuppa di salmone. Non mancano inoltre piatti vegetariani e interpretazioni moderne di piatti classici, perché se da una parte l’Elite è uno dei ristoranti classici di Helsinki, dall’altra ha sapute evolversi con il tempo; e per ogni piatto del menù c’è il vino consigliato.

Naturalmente, la sua clientela non include solo artisti: dai residenti locali ai diplomatici, dai giornalisti agli imprenditori, all’Elite di può incontrare un pubblico molto vario.

La sua storia, nel 1932, era iniziata in un altro posto. Poi nel 1938 il ristorante, gestito da Ernst Mattas, si trasferì nella sua attuale sede, il palazzo Reitz in Heteläinen Esperiankatu. Ernst Mattas ha poi continuato il suo lavoro con il figlio Willy e la moglie Margaretha fino al 1985, quando il ristorante è passato a nuovi proprietari.

Nel 2016 il locale è stato ristrutturato, e la proprietà ha giudicato fondamentale preservarne l’atmosfera e i colori tipici degli anni ’30 che lo rendono così speciale; quelli originali erano ormai alterati dal trascorrere degli anni e dal fumo delle sigarette che li avevano fatti ingiallire.
Sono quindi stati analizzati i vecchi strati di colore (in alcuni punti ne sono stati trovati una dozzina!) per ridare al locale lo smalto originale.
Il risultato finale ha soddisfatto tutti, direzione e clienti. I colori sono gli stessi di prima ma  più luminosi, e i clienti abituali hanno tirato un sospiro di sollievo, constatando che (quasi) nulla era cambiato.

Foto da tikkurila.fi

Cartoline finlandesi è una serie di articoli che propone luoghi da scoprire, monumenti da rivisitare e angoli del Paese che non sempre entrano nelle guide turistiche.

(Foto del titolo da rantapallo.fi. Per le foto utilizzate, siamo pronti a far fronte alle richieste di diritti.)