Mökki

Edificio rustico di legno per le vacanze, in genere sulla riva di un lago o del mare, al pari della sauna è una pietra miliare della Vera Vacanza Finlandese. Quello tradizionale è fatto di tronchi d’albero, e ha un tanfo interno caratteristico che ne aumenta il valore. Un “vero mökki”, oltre che essere ereditato dalla nonna, deve essere privo di acqua corrente, di energia elettrica, del bagno interno (v. PUUCEE /’pu:se:/), insomma di ogni confort. Essendo un luogo di eremitaggio, in cui il finlandese cerca di isolarsi dal lavoro, dalle passioni, dalla civiltà, il suo valore economico dipende anche dalla “distanza” dal mökki del nemico, il “vicino”. La Finlandia è l’unico paese al mondo in cui, nelle pubblicità delle agenzie immobiliari, si legge: “Il prossimo mökki è ad almeno xxx metri”. È stato calcolato che la distanza minima di sicurezza è di 50 metri. Da quella misura in poi il valore dell’immobile cresce in misura esponenziale. Alla domanda che i turisti disperati fanno in pieno centro di Helsinki, trovandosi soli su Esplanadi in una bella sera d’estate:“Dove sono finiti tutti?”, la risposta è sempre “Mökillä”. (n.r.)

Il Vocabolario Minimo Finlandese è un avviamento semiserio ai misteri del mondo finlandese attraverso il suo strumento più raffinato: la lingua.